Gli artisti del Festival

La creatività audace e colorata è il loro forte. Ecco tutto quello che c'è da sapere sugli artisti che stanno trasformando Fidenza Village questa primavera.

Gli artisti trasformeranno il Villaggio attraverso opere a cielo aperto e live performance

Il calendario:

-13 e 14 maggio: Pax Paloscia - live performance diurna

-21 maggio: Lidia Cao – live performance diurna

-2,3 e 4 giugno: Sea Creative – live performance diurna

-23 e 24 giugno: Marco Rea – live performance diurna.

Le opere già visibili al Villaggio: -Lucamaleonte – Mucchio di tigri -Sara Pichelli – The Rose -Seth - Through The Rabbit Hole -Giulio Vesprini - Flow – Struttura G070 -Orticanoodles - Resilience Scoprile qui.

Karan Singh​

Vive a Melbourne, in Australia, e il suo lavoro si distingue per la combinazione contemporanea e giocosa di optical art e design di metà secolo. Attraverso scelte cromatiche accurate quanto vibranti e modelli ipnotizzanti, esplora e sfrutta la nostra percezione della profondità e del movimento. La sua arte vive in un'eclettica varietà di mezzi, tra cui stampe, animazione, video, realtà aumentata, puzzle, scultura e abbigliamento. Nel corso della sua carriera professionale ha vissuto in numerose città tra cui Tokyo, New York, Amsterdam, Malmö, Sydney e Melbourne; dove ha lavorato con artisti del calibro di Apple, Louis Vuitton, The Academy Awards, The New York Times e NASA.

Seth​

Julien Malland in arte "Seth" ha iniziato la sua carriera come artista urbano nel 1996. Le sue prime composizioni spray sono state realizzate sui muri del ventesimo arrondissement di Parigi. La creazione di personaggi è la sua specialità e i suoi viaggi intorno al mondo, la scoperta dei costumi e i contatti con artisti urbani locali aprono altre prospettive artistiche ed evolvono il suo stile. Soprannominato il “globe painter” per aver dipinto in molti luoghi del mondo, Seth lavora come illustratore e grafico freelance e dirige la casa editrice Wasted Talent. Il suo libro Globe-painter riassume la sua visione e il suo ideale: è un diario di viaggio che unisce foto, disegni e illustrazioni e ripercorre il suo itinerario di pittore murale che ha incontrato artisti di street art da tutto il mondo. Seth è stato anche presentatore e autore di tredici reportage, raggruppati sotto il titolo Globe-painter, della serie Les Nouveaux Explorateurs in onda su Canal+.

Lidia Cao​

Nasce a Santiago de Compostela nel 1997, fin da giovanissima si interessa al disegno, specializzandosi nel trattamento di figure e volti, analizzando attentamente le espressioni per riuscire a dire molto con il minimo. Nel suo lavoro i personaggi hanno un peso primario nella composizione e le atmosfere oniriche che genera esaltano l'espressività dei suoi volti, che fungono da intimi ritratti psicologici e acquisiscono una drammaturgia velata ma intensa. Evidenzia la sua padronanza del volume attraverso una linea decisa e precisa, il suo gusto per la sintesi nelle sue tavolozze di colori. Nel 2016 la street art ha incrociato la sua strada, e da quel momento la sua carriera di illustratrice si è unita al suo lavoro murale, che stava prendendo sempre più peso, portandola a partecipare a diversi eventi di street art negli ultimi anni.

Orticanoodles​

Orticanoodles nasce dall’incontro di Walter Contipelli Wally e Alessandra Montanari Alita. Muove i suoi primi passi sui muri di Milano tramite la tecnica dello stencil. Dalle prime sperimentazioni nasce il nome che oggi identifica un gruppo di produzione ben più esteso, divenuto factory di curatela e produzione per altri artisti. Con lo stencil viene plasmato un immaginario pop che si esprime prevalentemente mediante ritratti iconici. Ottiene riconoscimento internazionale grazie al virtuosismo nell’uso degli stencil, ed è invitato a partecipare a manifestazioni come il Cans Festival, organizzato da Banksy e Stencil History X. Nel 2010 la galleria Itinerrance di Parigi gli dedica una personale, nello stesso anno è al Mart di Rovereto nell’ambito della collettiva dedicata alla Stencil Art, mentre nel 2013 il collettivo partecipa alla mostra epocale Tour-Paris 13, a Parigi.

Sara Pichelli​

Sara Pichelli è una disegnatrice e fumettista italiana. Ha studiato animazione e fumetto alla Scuola Internazionale di comics di Roma. Dopo aver iniziato la propria carriera nell'animazione, Sara Pichelli ha esordito nel fumetto. Ha lavorato con Elena Casagrande e David Messina per la IDW Publishing per le serie a fumetti Star Trek e Ghost Whisperer. Collabora con Marvel Comics dal 2008. Dopo aver lavorato per numerosi titoli Marvel, è stata ingaggiata come artista principale nella seconda serie di Ultimate Comics: Spider-Man, pubblicato nel 2011. Nel 2012, insieme a Laura Zuccheri, è stata l'autrice del manifesto di Lucca Comics & Games e ha co-creato il nuovo Uomo Ragno che ha spopolato al cinema in Spider-Man - Un nuovo universo, vincitore dell'Oscar al miglior film di animazione nel 2019. Nel giugno 2019 viene annunciato dalla Marvel che sarà la disegnatrice di una miniserie a fumetti di Spider-Man scritta da J.J. Abrams e il figlio Henry.

Lucamaleonte​

Lucamaleonte nasce nel 1983 a Roma, dove vive e lavora. Dipinge per strada dai primi anni del 2000, prima con stencil e poster, successivamente con pennelli e vernici. Dipinge principalmente forme naturali, di animali e piante, raccontando un mondo simbolico e nascosto, da svelare ed interpretare. Ama raccontare le storie dei luoghi tramite i suoi lavori murali. Ha all'attivo numerose esposizioni tra collettive e personali, oltre che muri dipinti in giro per il mondo. Oltre alla produzione di arte pubblica con interventi mirati e ragionati, ha incrementato l'attività da illustratore e pittore, collabora con diversi marchi, dall'alta gioielleria all'abbigliamento sportivo come Bulgari e Nike, ed a progetti editoriali con LaTerza, L'Espresso, Sperling & Kupfer, Gorilla Sapiens Edizioni, Big Sur.

Giulio Vesprini​

Giulio Vesprini è nato nel 1980 a Civitanova Marche (Italia) dove vive e lavora. Ha frequentato due importanti scuole: l'Accademia di Belle Arti e il Dipartimento di Architettura. Ha ottenuto vari premi e pubblicazioni relative al suo lavoro di grafica, arte urbana e illustrazione. Si muove liberamente dalla grafica all'illustrazione, dalla pittura alla street art, dal video e dalla foto all'architettura. Dice di sé stesso: La mia ricerca si è concentrata su diversi fronti tra cui la land art e la cultura urbana. Prediligo linee semplici simili alle mie origini grafiche e architettoniche. Disegno il design primitivo con segni grafici, illustrazioni e azioni urbane. I miei lavori nascono da una cultura minimale dove la forma rappresenta l'idea principale. Penso che il mio disegno a mano libera simboleggi l'espressionismo astratto dove spesso sento di raggiungere un'opera perfetta.

Marco Rèa​

Marco Rèa, classe ’75, romano di nascita, da anni è un nome noto della nuova arte contemporanea Italiana, riconoscibile per il suo stile unico e ricercato. Le sue opere, realizzate con bombolette spray, sono il risultato della reinterpretazione di immagini già esistenti, alterate fino a mostrarne un’anima segreta, oscura e malinconica. Negli ultimi anni il suo stile subisce un forte cambiamento. L’artista abbandona l’uso delle macchie di colore per dedicarsi ad un sapiente utilizzo dello stencil, dando vita a una serie di ritratti formati da grovigli di linee “Line art”, realizzando diverse opere sia in studio che outdoor. Ha esposto in Europa, Stati Uniti e Giappone. Ha eseguito lavori per Universal Pic., Mondadori Electa, Liberty (UK), Paris Fashion Week e collaborato con personalità di fama mondiale.

Pax Paloscia​

Pax è un’artista italiano con sede tra Roma e Milano. Il suo lavoro, influenzato dalla cultura di strada e dal mondo dei ragazzi inteso come metafora della condizione umana, è una continua contaminazione di linguaggi, che spaziano dalla pittura alla fotografia, dai collage ai video. Si è laureata all'International Center of Photography di New York. Collabora con case editrici e agenzie pubblicitarie realizzando copertine, campagne pubblicitarie, dirigendo video, servizi fotografici, illustrazioni e collage. Le sue collaborazioni includono: Marie Claire Italia, Vanity Fair Italia, Rolling Stone, Sole24Ore, Neri Pozza, Feltrinelli, Einaudi, McCann Erickson, Leo Burnett, Saatchi & Saatchi, JW Thompson, Publicis, Ogilvy, Fendi, IBM, Nike, Mazda, Omnitel, Findus, Levi's, Fnac, Mandarina Duck, KIDULT, Alfaparf.

SeaCreative

Classe ’77, Fabrizio Sarti, in arte SeaCreative, è originario di Varese e ha cominciato con il writing quando aveva più o meno 15 anni. Da lì ha poi intrapreso gli studi di graphic design ed è riuscito a fare della sua passione un lavoro, realizzando murales un po’ dappertutto: luoghi abbandonati, hotel, in occasione di festival ma anche chiamato da privati, da aziende o dalle amministrazioni. Il nome SeaCreative nasce per caso, per un “errore” dei media che l’artista ha poi sentito e fatto suo. Il suo nome iniziale era infatti “Sea”, perché gli piaceva disegnare quelle tre lettere, e il suo sito internet aveva il dominio “seacreative.net”. Da quel momento, molti, tra fan e giornalisti, hanno iniziato a definirlo, sbagliando, SeaCreative. Sea accoglie lo sbaglio, apprezzandolo e facendolo diventare realmente parte del suo nome d’arte: “SeaCreative”.